Questions #1

5 novembre 2009
Come le persone possano parlare la stessa lingua e darle significati tanto diversi ai significati.
Come ci si possa impegnare tanto a scavarsi con un cucchiaino da caffè la fossa del proprio fallimento.
Perchè alcuni sentano il bisogno di litigare nonostante la vita abbia da sempre messo i saldi su tanti problemi seri che non si possono risolvere.
Perchè alcuni preferiscano rinunciare ai propri diritti rodendosi il fegato piuttosto che incazzandosi con il soppruso di turno.
Come possano esistere ancora degli imbecilli convinti che uomini e donne ragionino allo stesso modo quando anche la neurologia afferma il contrario.
Come si possa pensare che la parola "ideale" abbia un significato diverso da "pubblicità" nella politica.
Perchè alcuni siano tanto annoiati da fare sport estremi, dato che ,se proprio vogliono, possono venire alle mie riunioni di condominio.
Perchè alcuni vivano in un mondo tutto loro e si rifiutino di accettare che non è il mondo che esiste sulla Terra (intesa come Globo).
Come si possa appena inizia a piovere in Autunno non avere voglia del Natale e di una cioccolata fumante.
Come si faccia a preferire una giornata da soli in casa ad una con gli altri solo perchè con gli altri non si può fare "come mi pare".
Perchè piaccia tanto Marco di XFactor, onestamente a parte che viene dalla bellissima Ronciglione è così noioso e lagnoso da addormentare un satiro gayo.
Perché Platone non si è fatto cinque minuti di c***i suoi e ha riportato i dialoghi di Socrate che da 35 anni mi rovinano la vita, sprecata tentando di applicare la maieutica.
Come io possa continuare a mangiare pesante la sera avendo la consapevolezza che in questo periodo il mio inconscio ha deciso di torturarmi con sogni freudiani.
Come ottimizzare il tempo organizzandosi una giornata senza avere la sensazione di averla rubata al piacere.
Perchè alcune coppie restino assieme senza che siano più coppie, se non di fratelli e sorelle.
Perchè la gente non capisce che un "no" è no e che un "Basta" è un basta. E nessuno dei due è un "vedremo".

Come io possa trovarmi d'accordo con quella deficiente della Cabello sul fatto che FaceBook non mi avrà mai.


5 nosense:

Rosa at: 14 novembre 2009 07:28 ha detto...

A volte mi fai pensare a Seneca. Non perchè tu gli somigli, però mi torna in mente il suo sogno di "creare" il principe di Machiavelli.
Secondo me se in una società imperfetta c'è qualcuno a cui è stato insegnata la perfezione l'unica cosa che succede è che non viene capito e che non capisce. A volte mi ricordi un po' Nerone che per l'epoca era migliore di tanti altri.

Ma i ronciglionesi... si animano ogni tanto? :-/

{ Alice } at: 19 novembre 2009 10:57 ha detto...

@Rosa mi ci sento ogni tanto, eccome!
Era la teoria di qualche cervellone quella di cui parli, o sbaglio?

Non Marco di xfactor.
Comunque in quei lidi certi comportamenti li ho trovati. Credo sia il lago a deprimere :/
Rimpiango il bel Damiano U.U

{ Luka } at: 28 novembre 2009 01:59 ha detto...

Cacchio! Ha trovato qualcosa che accomuna anche me O.o
Come la odio >:-|

{ Luka } at: 15 dicembre 2009 00:52 ha detto...

E questo? Eh? >:-P

{ Alice } at: 15 dicembre 2009 12:13 ha detto...

Coniglietto vendicativo... mi hai spammato il blog? O.o°

 

Abbonati! (sconti per i fiori parlanti)

Si è verificato un errore nel gadget

Trova la via

Mollichine di Pan di Zenzero alla Cicuta (virtuale)



Jabberwocky-dipendenti

E se la Torre di Pisa... avesse ragione lei?

Carte di Cuori